Mi sono ricordata che mi piace leggere, anche se non sono pietre miliari della letteratura.

Mi sono ricordata che, almeno con la lettura, le regole le stabilisco io (e le mie regole assomigliano molto ai diritti del lettore di Pennac)

Mi sono ricordata che le mie chiese sono le biblioteche e i teatri.

Mi sono ricordata che mi piaceva essere me stessa, ma non avrei mai voluto che questo significasse rimpiangere com’ero.


Il tutto vagando una mezz’oretta alla Feltrinelli.

 

Annunci