I due DVD Tre Forchette!!! Io li ho visti!

Le città, i paesi, i chilometri che ti scorrono davanti agli occhi in questo racconto a frammenti…

Prologo. E mi sorprendo ad avere i brividi. (Sto ancora cercando di spiegarmelo).
E anche invidia. Poi ci penso: la troupe ha lavorato in tempi incredibili, svegliandosi alle 4 o alle 6 a seconda della distanza della tappa seguente, riprendendo tutto il giorno, andando a dormire ogni sera in un albergo diverso e ricominciando il giorno dopo. E invidio un po’ meno.

Eppoi queste facce buffe, queste mani lavorate dall’esperienza, questi posti lontani tra loro non tanto e non solo geograficamente, ma soprattutto come stile, idee, carattere.
A volte sembra di sbirciare cucine del futuro, altre volte ci si sente catapultati indietro di anni. Li guardi tutti e ti chiedi: ma cos’anno questi in comune?
Da quello che dicono una cosa vieni fuori, certa: hanno le idee chiare su quello che stanno facendo (anche se poi vedi quello stanno facendo e ti chiedi come fanno ad avere chiare idee del genere…).

Gli occhi si riempiono di immagini e di stupore. Poi penso che la troupe ha lavorato in tempi incredibili, svegliandosi alle 4 o alle 6 a seconda della distanza della tappa seguente, riprendendo tutto il giorno, andando a dormire ogni sera in un albergo diverso e ricominciando il giorno dopo. E assaggiando tutti questi piatti.

Lo confesso. Li invidio.

 

Annunci