Copio da un vecchio post di nerina

salsa di pomodori

"Prendi una dozzina di pomodori maturi e affettali per il lungo come se fossero il tuo peggior nemico. Disponili in una pentola , copri e cuoci per dieci minuti.
Trita una cipolla senza piangere. Tagli a dadini una carota senza rimpianti.
Fai a pezzetti un gambo di sedano come se le sue costole e scalanature fossero i solchi del tuo passato.
Unisci il trito ai pomodori e continua la cottura senza coperchio quanto basta per amalgamare il tutto.
Aggiungi sale, pepe e una zolletta di zucchero. Passa al setaccio o al mixer o al frullatore. Ricordati: loro sono le verdure e tu il cuoco. Riscalda di nuovo a fuoco lento, unendo olio di oliva, un cucchiaio per volta, continuando a rimestare come una vecchia strega, finchè la salsa avrà raggiunto il giusto grado di cedevole consistenza.
Servila sugli spaghetti, spolverata di parmigiano fresco e di basilico. A questo punto può starci bene anche dell’emozione allo stato grezzo.
Servi. Mangia. Rifletti

Prendi due persone. Affettale per il lungo. Metti a bollire con il coperchio. Aggiungi un matrimonio, un passato un’altra donna. Zucchera a piacere. Passa al setaccio attraverso un incontro causale. Condisci con moderazione. Servi su di un letto di – è meglio dire in un letto di? – Consuma subito con emozione allo stato grezzo."

"Direi che è l’amore ad affettarti per il lungo"

power book di jeanette winterson

Annunci