qualcuno ha visto ieri le invasioni barbariche?

inutile confronto gastronomico.

le solite cose dette e ridette. (fra le tante: "noi italiani siamo gli unici che a tavola parlano di quello che mangiano, di quello che hanno mangiato e di quello che mangeranno")

forzata contrapposizione tra quelli della trattoria popolare e quelli che non meno di 200 euro per un ristorante, ignorando (e non posso credere che sia dovuto a ignoranza) l’enorme spazio compreso tra i due estremi. Estremi compresi, nel senso che poi chi ha una passione gastronomica non si formalizza ne’ davanti alla trattoria popolare ne’ davanti alle 200 euro, purche’ ne valga la pena.

le solite esagerazioni che fanno sembrare matti gli appassionati ("se in un piatto metto il formaggio sbagliato potrei suicidarmi") e non meno matti quelli che proprio niente ("la quantita’ e’ tutto").

Tra tutti si e’ distinto Oldani, pacato e interessante, che ha di tanto in tanto cercato (in vano) di riportare la conversazione ad un livello ragionevole.

Ma evidentemente non era questo lo scopo del confronto.

Annunci