io di notte scrivo un sacco. cioè, non fisicamente, ma penso come se stessi scrivendo. a volte scrivo delle cose molto interessanti, allora penso che dovrei fare lo sforzo di aprire gli occhi e segnarmele. ma poi penso che me lo ricorderò, sicuramente me lo ricorderò. al mio risveglio, puntualmente, non me lo ricordo.

secondo me, ha qualcosa di simile con la polluzione notturna.

Annunci