CONSIDERAZIONI:

  • I tanzaniani ridono forte ma ci parlano piano. I bwana (camerieri) sono estremamente servizievoli ma sembrano prendere male ogni nostra richiesta. (A Morogoro e Udzungwa)
  • Nei villaggi – che sono veri e propri villaggi – le donne si danno un gran daffare. Ciascuno ha il suo bar-baracca, il suo fruttivendolo, le sue bici e i suoi uomini che aspettano; i bambini sorridono molto, ci salutano ed, ovviamente, ci chiamano Muzungu.
  • Non ho mai visto in natura dei "verdi" così!!!
  • Camminano tanto in Tanzania. Attraversando i paesi si vedono sempre persone che camminano. Anche in mezzo al nulla.
  • Gli autobus sono tutti diversi e decoratissimi: hanno scritti sul parabrezza "Dio è grande" o "Dio è buono" oppure frasi con Allah o scritte inneggianti all'Arsenal o il Manchester.
  • Da alcuni giorni la colonna sonora di Ele è Atom heart mother (pezzo del coro "how do you feel") e Black bird fly dei Beatles.

5 ragazzi, mentre fanno pascolare le mucche, giocano a calcio.

(scritto da gio, viaggio planetviaggi)

Annunci